Commercianti ambulanti non autorizzati; un fenomeno non solo setino ma che a Sezze è di nuovo diventato attuale grazie ad un’interrogazione del consigliere Roberto Reginaldi. Reginaldi va già come un macigno: “Lo scrivente precisa di dire tutto in maniera informale per paura di ritorsioni, infatti quando gli ho chiesto di sottoscrivere una petizione con gli altri esercenti, mi risposto di avere paura di ritorsioni”. Tanto da tramutare in tutto in un’interrogazione per il prossimo question time: “Già altre volte ho presentato interrogazioni ottenendo risposte evasive o inconcludenti, al massimo promesse di un maggior controllo. Si continuano a vedere girovagare personaggi di diverse etnie, soprattutto nord-africani, intenti a vendere prodotti di ogni genere, specie vestiario. C’è chi lo fa con uno zaino a tracolla e chi con furgoni. Essi contravvengono le più elementari norme e discipline riguardo il commercio. Quali azioni sono state intraprese dal personale degli Uffici preposti? Risultano sequestri, verbali, controlli, diffide, allontanamento o altro? Gli uffici preposti, hanno informato in forma ufficiale la Guardia di Finanza? La Polizia Locale, ha autorità di controllo?”.